Sulla rotta del corallo ricomincia una grande avventura…

Il ketch Camilla Negra in navigazione

Il Circolo Culturale Norberto Sopranzi e l’Associazione Pro Loco di Pegli intendono promuovere – a sostegno della proposta all’UNESCO depositata il 31 marzo scorso a Parigi per richiedere la classificazione della grande epopea del Popolo Tabarchino quale Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità – la “Rievocazione Storica” della traversata del Mediterraneo compiuta dai coloni pegliesi nel 1541. Nel periodo compreso tra il 22 giugno e il 14 luglio 2019 sarà organizzata una traversata in barca a vela, utilizzando il ketch CAMILLA NEGRA e una barca di appoggio. Il viaggio prenderà il via dal mare di Pegli per giungere a Tabarca e risalire poi, prima del rientro alla base, sino alle Isole di San Pietro e Sant’Antioco, ripercorrendo le rotte seguite prima dai pescatori pegliesi e poi dai loro discendenti diventati tabarchini. La traversata, di circa 1000 miglia nautiche, avverrà su un arco di tempo variabile, in funzione delle condizioni meteomarine, e vedrà impegnati due equipaggi composti da 10-12 persone. Gli scali intermedi verranno effettuati in porti, soprattutto nel caso della Corsica, che hanno vissuto una storia di sovranità genovese affinché si possa mantenere una certa congruenza storica con i fatti che si vuol far rivivere. Saranno coinvolte nel progetto le principali Associazioni dei paesi tabarchini e cioè Tabarca, Calasetta e Carloforte.

PATROCINI E SPONSORIZZAZIONI

Saranno interpellati tutti gli Enti Istituzionali delle comunità coinvolte (Regioni, Comuni, Municipalità), anche dell’area tunisina, al fine di ottenerne con il patrocinio l’ufficializzazione di un evento dalla portata storica unica. Verranno richieste sponsorizzazioni a Operatori Commerciali e Industriali, a cura delle singole comunità attive nelle rispettive aree geografiche, che possano contribuire a sostenere una parte dei costi dell’evento. Si attiverà pure un’operazione di crowdfunding. L’eventuale eccesso del finanziamento rispetto ai costi sostenuti verrebbe devoluto in beneficenza a Istituti o Enti Assistenziali.

SUPPORTERS ESTERNI

Ai fini di massimizzare l’eco mediatico e di sicurezza della traversata, saranno informate in fase iniziale e in fase di volgimento le varie Capitanerie di Porto e le varie attrezzature di accoglienza (porti turistici etc.) che verranno utilizzate come approdo lngo la rotta.

RAPPORTI CON I MEDIA

Per ottenere la necessaria visibilità, indispensabile per il conseguimento dell’obiettivo di sostegno UNESCO, saranno curati tutti i rapporti prima, durante e dopo lo svolgimento dell’evento, con la possibilità di seguire anche in diretta il viaggio con collegamenti giornalieri con gli equipaggi coinvolti.

GRUPPI DI LAVORO

Al fine di ottimizzare al meglio le risorse umane disponibili all’organizzazione dell’evento, sono in fase di costituzione due comitati:

Comitato Organizzativo, composto da volontari, esperti di navigazione, comunicazione, logistica, ecc., che si occuperà dell’organizzazione dell’evento e di ogni altro aspetto pratico necessario e non espressamente sopra indicato;

Comitato d’Onore, composto da studiosi, autorità civili e militari, presidenti delle Comunità Tabarchine, degli Enti e delle Associazioni interessate, che si occuperà del coordinamento delle attività e delle pubbliche relazioni.

ADESIONI E AGGIORNAMENTI SUL PROGETTO

Su questo sito, nella pagina dedicata “Sulla rotta del corallo” in fase di costituzione, saranno pubblicati periodicamente tutti gli aggiornamenti sullo sviluppo e l’organizzazione dell’evento.

Gli enti e le persone interessate ad eventuali collaborazioni possono ricevere le necessarie informazioni tramite il modulo di contatto del sito.